Mettere via l’estate

L’estate non ci ha ancora del tutto lasciato, le acque del mare sono calme e calde, forse più che in agosto, il vento soffia leggero da est / sud est, portando una brezza lieve e piacevole, tutti noi “paesani” ci aggiriamo ancora in t-shirt, bermuda e infradito, come non fosse ottobre.

Sulle spiagge ci sono ancora parecchi bagnanti, mancano i bambini, ormai a scuola, ma turisti e locali si godono la pace e il bel tempo di questi giorni meno affollati ma ugualmente piacevoli.


Guardando l’orto invece si percepisce chiaramente che la stagione è cambiata, che siamo in autunno, per quanto mite. È dunque ora di “mettere via l’estate”, nel vero senso della parola.

Quest’anno l’orto è stato molto generoso e la grande scorta di salsa di pomodoro soddisferà ampiamente le nostre esigenze fino al prossimo raccolto. Lo stesso vale per i fichi (Vedi la ricetta dei fichi caramellati).

Ma, per non rinunciare al gusto buono delle verdure appena raccolte, quando il fresco arriverà e ceneremo davanti al camino,  ho voluto provare a invasare l’estate, mettendo sotto vuoto la mia Ratatuille.

Ho raccolto le ultime zucchine, i peperoni, le melanzane e i pomodori insieme a patate e fagiolini. Li ho tagliati a tocchetti e stufati con un soffritto di cipolla bianca tagliata grossolanamente, li ho poi invasati in vasi sterili e pastorizzati a testa in giù.


Non so se l’esperimento è riuscito, è la prima volta che ci provo, ma mi auguro proprio che al momento di aprirli ritroveremo nuovamente il profumo dell’estate!