Parliamo di spiagge… da qualche parte bisogna pur cominciare

Certamente uno dei motivi più ricorrenti per un viaggio in Sardegna è la bellezza del mare e delle spiagge.

Sull’Isola di Sant’Antioco ce ne sono di bellissime e anche tutto intorno, sull’Isola di San Pietro e nel golfo di Palmas, come nella costa occidentale del Sulcis Iglesiente.

Le ho visitate tutte, o quasi, ma alcune le frequento e le conosco meglio di altre, le considero, in poche parole le “mie” spiagge.

Amo in particolare Spiaggia Sottotorre e La Salina a Calasetta, la prima perché è proprio sotto Cà de Anna (la casa in paese dove abitava mia suocera che ora affittiamo per le vacanze ai turisti), e la seconda perché è bellissima, con le sue bianche dune sulle quali fioriscono i gigli di San Pancrazio e crescono i ginepri  e il suo mare cristallino, protetta dai venti e affacciata sull’Isola di San Pietro.

IMG_1489

A mio parere San Pietro è più godibile dal mare che da terra. Le spiagge sono poche e molto piccole, d’estate anche molto affollate. Le cale stupende, le falesie e i faraglioni si visitano meglio da una barca (anche un gommone va benissimo) e offrono opportunità di bagni indimenticabili.

La mia spiaggia preferita, sull’Isola di San Pietro è La Bobba (foto di Blue West s.r.l.), ma deliziose sono anche La Caletta e Cala Fico (un fiordo di sassolini, molto suggestivo).

Se invece si lascia l’Isola (con questo termine identifico sempre l’isola di Sant’Antioco, dove mi trovo, a Calasetta), in direzione est/sud est, percorrendo il Golfo di Palmas, la spiaggia più bella in assoluto è Porto Pino, con le sue alte e bianchissime dune da cui si può ammirare, da un lato, l’intero Golfo (e l’Isola vista dalla Sardegna), e dall’altro gli stagni con i numerosi fenicotteri, uccelli trampolieri e migratori. (Foto di Giovanni Paulis fotografo e guida naturalistica)

fenicotteri_Giovanni_Paulis

Se si lascia l’Isola in direzione ovest/nord ovest, ci si imbatte in numerose spiagge tutte con la ricorrente veduta sull’imponente scoglio di Pan di Zucchero (che al tramonto è di una rara bellezza). Se però si ha la costanza di inoltrarsi nel bacino minerario del Sulcis Iglesiente, fino a Buggerru, si viene premiati raggiungendo Cala Domestica, una bellissima doppia insenatura separata da un arco di roccia. (Foto di Simonetta Zedda).

 

caladomestica_Simonetta_Zedda

 

Davvero questa non è una selezione, ma un mero punto di partenza. La costa sud occidentale della Sardegna e l’Arcipelago del Sulcis sono di una tale bellezza che è veramente difficile scegliere di quale angolo innamorarsi di più.

Leave a comment